TV: Floris, presenta il “nuovo Ballarò”

Roma, 18 settembre 2006 (Ansa)

Formula vincente non si cambia, o quasi.

E’ la ricetta della quinta stagione del settimanale d’informazione ‘Ballarò’ in onda da domani in prima serata su Raitre, con una puntata dedicata alla manovra economica, l’evasione fiscale e il caso telecom, e introdotta dalla copertina – pubblicità  progresso di paola Cortellesi, dal titolo ‘sorridi al ricco’. Anche con un governo di diverso colore “non cambia l’approccio al programma – sottolinea il conduttore Giovanni Floris parlando della trasmissione, che nella scorsa edizione ha raggiunto il 14% di share con punte che hanno superato il 19%. ‘Ballarò’ e’ sempre stata una trasmissione libera, senza timore reverenziale verso nessuno, che non temeva i monopoli e il potere politico e cosi’ continuerà’ ad essere, lo vedremo nei fatti”.

Impossibile non pensare a un confronto a distanza con michele Santoro, ma Floris, a una domanda su ‘anno zero’, sfodera una risposta soft: “Santoro mi e’ piaciuto, la sua e’ una bella trasmissione, la rivedrò”‘. Il presentatore tuttavia rivendica l’unicità  del programma di Raitre: “noi abbiamo il coraggio di trattare i vari temi, parlando di problemi apparentemente cosi’ piccoli che altri non penserebbero di dedicarci una prima serata. Sotto di quelli pero’ c’e’ la politica vera”. Nessun timore neanche per il pericolo di ripetere, fra programmi analoghi, tematiche e ospiti: “e’ un problema che c’e’ sempre stato e che l’anno scorso e’ arrivato al top. La presenza di tante trasmissioni simili ha spinto tutti a cercare ospiti nuovi e tutte sono andate tutte benissimo sia in termini di pubblico che di critica. L’effetto che ha essere in tanti e’ di migliorare il prodotto”.

Fra tante conferme, ‘Ballarò’ presenterà  comunque anche qualche novità : dopo i corsivi, i corti d’autore e gli spot, da dicembre arriverà  ‘il viaggio in italia’, un film vero e proprio realizzato da paolo genovese e Luca Miniero, che in 25 microepisodi da 3-4 minuti racconterà  il nostro paese. La strada scelta e’ quella della storia di una ex coppia di quarantacinquenni, lui di sinistra, lei di destra, che percorrono l’italia in macchina, da milano a palermo, dove margherita, la figlia di 25 anni si sta per sposare. “non e’ un film, ne’ una fiction, ne’ uno spot, ma una commistione di tutte queste cose – ha detto paolo genovese -. Il viaggio dei due sara’ intervallato da diverse tappe che gli richiede la figlia, in vari posti d’italia, legati alla sua infanzia, dall’autogrill nel quale da bambina ha comprato la prima caramella a forma di ciuccio a firenze, dove ha incontrato un artista di strada cieco. Durante il viaggio conosceremo la coppia, ma anche tanti altri personaggi e situazioni”. Le riprese del film cominceranno il 15 ottobre “anche se – aggiunge Luca Miniero – non abbiamo ancora scelto i protagonisti. I toni della storia comunque saranno quelli della commedia “quindi saranno attori particolarmente a loro agio in in questo genere”.

Per la quinta stagione, a Ballarò inoltre scompare il muro di mattoni sul quale gli artisti illustravano il tema della puntata, per lasciare spazio a tre grandi ‘ledwall’, sui quali Lorenzo Terranera, con un’innovativa tecnica d’animazione, commenterà’ i fatti del giorno con disegni in movimento.

“Ballarò’ e’ tanto seguita perché’ noi ci limitiamo a fare i giornalisti, cerchiamo le notizie – conclude Floris – le teorizzazioni vengono dopo”.

diMartedì

- - -

Rivedi le puntate

Quella notte sono io

La prima regola degli Shardana