Berlusconi a Ballarò

Ansa – 29 Marzo 2006, intervista a Giovanni Floris

Ballarò: Floris, fazioso è chi impedisce di rispondere. Puntata lineare, lui voleva certe inquadrature…

Non e’ fazioso chi fa le domande ma chi impedisce all’intervistato di rispondere: la pensa cosi’ Giovanni Floris che commenta l’accusa di faziosità  a Ballarò e a lui stesso da parte di Berlusconi. “non mi sembra di essere stato fazioso – dice Floris – ho fatto delle domande e le domande sono tutte legittime.

 

Fazioso è chi impedisce di rispondere. In realtà’ e’ stata una puntata lineare e alla fine sono emerse con chiarezza sia le differenze tra Bertinotti e Bonino e sia certe difficoltà di Berlusconi”.

 

Il premier ha accusato di faziosità perfino i cameramen: “Berlusconi voleva che alcune parti del programma fossero più’ riprese – spiega Floris -, per esempio che si desse più  risalto al litigio Bertinotti-Bonino oppure a lui che rideva mentre parlava rotondi: ma ci sono sempre cose che sfuggono alle telecamere”.

 

Floris ammette che “e’ stata una puntata in cui non si e’ fatta molta chiarezza sulle cose ma almeno si e’ vista molta passione politica”.

 

Quanto a Ballarò come “fossa dei leoni”, Floris ritiene che “se Berlusconi è tornato ospite, vuol dire che in fondo è un programma che reputa serio.

 

La ‘fossa dei leoni’? sono frasi di contorno, commenti più o meno coloriti che non cancellano il fatto che siamo stati equilibrati”.

diMartedì

- - -

Rivedi le puntate

Quella notte sono io

La prima regola degli Shardana